Nel pomeriggio del 10 aprile 2019, si è svolto l’incontro tra il Commissario Straordinario ENPAPI, prof. Eugenio D’Amico, e le rappresentanze aziendali e nazionali di FP CGIL, CISL FO e UIL PA.
L’incontro richiesto il 4 aprile 2019 dalle OO.SS., a seguito del Decreto del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali, adottato in data 20 marzo 2019, che ha nominato il dott. D’Amico, Commissario Straordinario di ENPAPI, ha avuto quali temi principali la rappresentazione delle preoccupazioni del personale dipendente, a seguito delle vicende giudiziarie che hanno coinvolto i vertici ENPAPI, e delle problematiche annose rimaste sospese ed irrisolte proprio dall’uscente amministrazione.
I rappresentanti nazionali intervenuti, hanno anzitutto tenuto a sottolineare unitariamente l’apprezzamento e ringraziamento per il rapido riscontro ricevuto con la convocazione dell’incontro odierno, passando poi brevemente in rassegna, i motivi delle preoccupazioni insorte nel personale dipendente, anticipando alcuni temi che dovranno essere trattati nella contrattazione integrativa sospesa, auspicandone il riavvio con la stessa rapidità, confermando, altresì, che nel personale dipendente al completo, il Commissario potrà trovare la massima collaborazione per lo svolgimento di tutte le attività ordinarie e straordinarie. Altro elemento evidenziato dalle OO.SS., al fine di riavviare un corretto sistema di relazioni industriali sospese da troppo tempo in ENPAPI, è stato quello di conoscere se il Commissario intenda delegare alla dirigenza la trattazione delle questioni legate al personale, ovvero intenda concentrarle sotto la propria diretta responsabilità.
Il prof. D’Amico, nel mostrare apprezzamento e rispetto per gli interventi dei rappresentanti delle OO.SS., ha tenuto a precisare che il suo intervento nell’ente, sia per il mandato ministeriale ricevuto, ma soprattutto per lo stato di fatto in cui ha trovato il funzionamento dell’ENPAPI, non è orientato in alcun modo a risolvere problematiche di tenuta dell’ente, e men che meno avrà nessuna ricaduta sul personale dipendente che sta svolgendo la propria attività in modo egregio.
I problemi fin da subito rilevati, invece, hanno riguardato la gestione finanziaria e la governance dell’ENPAPI, che, proprio per questo, hanno bisogno di una profonda ristrutturazione. Il Commissario ha pertanto brevemente esposto gli interventi che intende portare a conclusione nel periodo del suo mandato, e che riguarderanno appunto il portafoglio finanziario, il sistema informativo gestionale, il sistema elettivo dei futuri organi di amministrazione, confermando che, l’ENPAPI, non presenta nessuna incertezza strutturale che debba essere di preoccupazione per il personale.
Visto lo stile di estrema franchezza ed apertura emersa tra le parti, al termine della riunione, le OO.SS. hanno confermato l’ottima impressione dell’incontro avuto, restando in attesa di essere riconvocati dal Commissario, o altra persona da lui delegata, per lavorare sui tanti temi irrisolti per migliorare le condizioni lavorative ed economiche dei lavoratori.

FP CGIL                 CISL FP                  UIL PA