Si è svolto nella mattinata di oggi l’attivo unitario dei delegati sindacali degli Enti Previdenziali Privatizzati, particolarmente partecipato, svoltosi nella sede CISL di via Ferruccio, finalizzato all’organizzazione della manifestazione indetta dalle federazioni di CGIL, CISL E UIL del Pubblico Impiego per il prossimo 8 giugno 2019.

Dopo anni in cui i dipendenti degli Enti previdenziali sono stati oggetto di una scarsa attenzione rispetto alle dinamiche interne alle Amministrazioni, che hanno generato tra le altre cose un blocco della contrattazione, una disarticolazione -in alcune realtà lavorative- della normale interlocuzione con le Organizzazioni Sindacali, nonché del superamento dell’applicazione degli istituti contrattuali in favore, nel migliore dei casi, di una loro interpretazione, è necessario tornare a manifestare il dissenso delle lavoratrici e dei lavoratori del Comparto.

Un comparto troppo spesso messo in un cono d’ombra.
Spesso oggetto di interessi e appetiti distanti da quelli, legittimi, dei milioni di professionisti italiani e dei loro diritti previdenziali.

Dove troppo spesso qualche Amministratore, oltre al tentativo di imporre logiche padronali ai dipendenti, è incappato in situazioni che hanno travalicato le cronache economiche sfociando in quelle giudiziarie.

FP CGIL, CISL FP e UIL PA, del comparto Adepp, hanno deciso di dare voce alle istanze delle quasi tremila lavoratrici e lavoratori partecipando alla manifestazione “IL FUTURO È SERVIZI PUBBLICI” prevista a Roma l’8/6/2019, con concentramento alle ore 9 a piazza della Repubblica.