Appuntamento a Roma il prossimo 8 giugno per la Manifestazione unitaria delle lavoratrici e dei lavoratori del Pubblico Impiego organizzata dalle categorie di Cgil Cisl e Uil.

Il concentramento sarà a Piazza della Repubblica alle ore 9.00, il Corteo dei lavoratori si concluderà a Piazza del Popolo dove si svolgerà il comizio conclusivo.

Molte le questioni in campo che vedono i sindacati del Pubblico Impiego impegnati per un pieno superamento della tendenza affermatasi negli ultimi anni dai governi, al di là del colore politico: un superamento della contrattazione in favore di assunzioni di scelte unilaterali.

PIANO STRAORDINARIO DI ASSUNZIONI: avviare un piano di assunzioni straordinario partendo dalla stabilizzazione dei precari mediante l’utilizzo delle graduatorie in essere.

EVITARE ULTERIORI ESTERNALIZZAZIONI: analizzare ed evitare che si ripetano processi di esternalizzazione di servizi nella PA.

RINNOVO DEI CCNL: avviare e concludere i rinnovi dei contratti di lavoro (pubblici e privati) che vedono comparti fermi da più di dieci anni.

STOP ALLE CONSULENZE ESTERNE: massimizzare le risorse in essere destinandole ad un rafforzamento effettivo della PA.

STOP ALLE DISUGUAGLIANZE TRA PUBBLICO E PRIVATO: in materia di TFS/TFR, quota 100 e defiscalizzazione dei premi di risultato non possono più sussistere differenze tra i lavoratori pubblici e quelli privati.

PIÙ’ FORMAZIONE = PIÙ’ PROFESSIONALITÀ: investire nella formazione per i lavoratori del Pubblico Impiego per avere una PA capace di erogare servizi alla collettività che merita.

RESTITUIRE LA DIGNITÀ’ AI LAVORATORI: basta con le delegittimazioni e all’introduzione di forme di controllo invasivo che umiliano le lavoratrici e i lavoratori.

Questi, tra gli altri, i punti che caratterizzeranno la manifestazione dell’8 giugno e, più in generale, l’azione di rivendicazione in atto da tempo da parte di Cgil, Cisl e Uil.

 

MATERIALE: 

VOLANTINO 

SOCIAL NETWORK

MANIFESTO A3 

MANIFESTO A4