“Inutile girarci intorno: i contratti collettivi nazionali degli enti previdenziali privati vanno rinnovati. I rapporti di lavoro non possono basarsi su accordi datati e scaduti. Specie in un’epoca giuslavoristica come questa, in continua e rapida evoluzione, le parti sociali hanno dunque il dovere e la conseguente responsabilità di compiere ogni sforzo sedersi attorno a un tavolo e rendere le regole per questo comparto attuali sia da un punto di vista normativo sia economico. E’ un impegno non oltremodo rinviabile. Ne va anche dell’attuazione del principio della rappresentatività”. Così in una nota congiunta l’europarlamentare della Lega, Cinzia Bonfrisco, e il vicecapogruppo della Lega alla Camera, Alessandro Pagano.