Isis®

Il marketing dell’apocalisse
di Bruno Ballardini – Ed. Baldini & Castoldi 2015 – €17.00

DIECI RIGHE

Ognuno di noi ricorda cosa stava facendo nel pomeriggio dell’undici settembre 2001. Una data divenuta  spartiacque storico tra due epoche: in un’ottica complessiva, secondo alcuni analisti, l’attentato segnerebbe la fine del progresso, del benessere e della lotta per le libertà civili e l’inizio di un’era segnata dal terrorismo, dal ridimensionamento del concetto di tolleranza religiosa, da un arretramento delle democrazie nel mondo e, non ultimo, dalla crisi economica. Ballardini nel suo saggio del 2015, propone un’analisi di quello che è stata l’evoluzione di Al-Qāʿida ponendo la questione Daesh (il califfato proclamato il 29 giugno 2014) sul piano di una guerra di mercato contro l’Occidente per la definitiva affermazione del proprio pensiero unico. Una guerra che entrambi le parti, secondo l’autore, prima di tutto combattono specularmente contrapponendosi come prodotti alternativi del marketing dell’Apocalisse. Particolarmente interessante è l’esame proposto nel testo degli aspetti comunicativi e propagandistici messi in pratica dal califfato, visto che la battaglia continua tra le parti è sui media. L’informazione occidentale è stata soppiantata dall’Isis con propri tg, spot e format, con tanto di studi televisivi in cui si producono fiction e film, ha prodotto un brand del sacro finalizzandolo al reclutamento di emuli fanatici solitari che, al momento opportuno, possono attivarsi e colpire indisturbati  in ogni Paese. Il fronte è stato allargato ai social network e la versione 4.0 del terrorismo islamico non si è fatta trovare impreparata. Ballardini propone un’inchiesta giornalistica ragionata e di buon livello.

L’ESTRATTO

[… Verso la fine della guerra fredda, cioè all’inizio degli anni Ottanta, il governo americano non solo istruì militarmente i talebani afghani a combattere per respingere gli invasori russi e liberare la regione da un presenza sgradita alla Casa Bianca, ma organizzò anche un piano per rendere durevole nel futuro l’odio della popolazione verso gli atei comunisti con un programma di educazione destinato alle scuole. 

Dipartimento di Studi Afghani dell’Università del Nebraska … Dal 1984 al 1994 si investirono 51 milioni di dollari per realizzare libri di testo destinati ai bambini … Esercizi di aritmetica: ci sono 10 atei. 5 vengono uccisi da 1 Musulmano. Quanti atei rimangono?]

VALUTAZIONE

♥ ♥ ♥